spot in tv
lillo26
Inviato 2008-02-01 15:58 (#108819)
Soggetto: spot in tv


come trovate lo spot in tv con ambra angiolini???
a me nn piace troppo. nn mi piace quando parla di malattia terribile
Inizio della pagina Fine della pagina
primaopoi
Inviato 2008-02-01 16:21 (#108821 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


aids secondo me e' una malattia terribile specie se la guardiamo a livello mondiale ,vedi nel terzo mondo e' piu' che terribile,che poi qui' si tiene a bada e' un'altro discorso, anche tanti tumori si tengono a bada pero' rimangono malattie terribili ,che oggi in certi casi fanno meno paura del passato,ma di certo non si possono definire malattie banali.saluti a tutti.
Inizio della pagina Fine della pagina
lillo26
Inviato 2008-02-01 16:37 (#108823 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


avrei preferito uno spot piu' informativo e meno tragico
Inizio della pagina Fine della pagina
il superficiale
Inviato 2008-02-01 16:50 (#108825 - in risposta a #108823)
Soggetto: RE: spot in tv


Lillo, non ho visto lo spot, ma posso risponderti sull'uso del termine terribile, che tanto ti infastidisce.

Questa è la definizione che ne dà il De mauro:

ter||bi|le
agg.
FO
1a che incute terrore e grande spavento: un mostro, un leone t.; di intensità devastante, spaventosa: un t. uragano
1b che suscita angoscia, ansia: ha trascorso giorni terribili
1c che si manifesta, che si esprime con crudeltà, con spietatezza: pronunciare parole terribili, una t. vendetta, un t. castigo, un t. delitto: orrendo, raccapricciante | di sguardo, che esprime una forza o una severità tale da incutere timore: gli lanciò una t. occhiata
2 di qcn., che non ha pietà, crudele, spietato: combattere contro un t. nemico; molto severo: un maestro, un giudice, un padre t. | anche scherz.: un bambino t., che combina sempre guai
3 iperb., che crea disagio o dolore, molto forte, eccessivo: una t. emicrania, un freddo, un caldo t.
4 straordinario, eccezionale: ha una forza t.

Varianti: terribole

Il termine è chiaro e preciso. Il discorso è che bisogna finirla di imbrogliare con le parole, bisogna finirla di giocare coi sinonimi perché non serve a nulla, né tantomeno è di alcuna utilità nascondersi dietro a un dito o rinchiudersi in una grotta senza tivvù e giornali per non sapere quello che succede al di fuori, come se il non vedere significasse che quella realtà non esiste. L'aids può essere un'esperienza terribile per una persona anche qui in Italia. Dico può essere, non che lo sarà di sicuro. Ed è giusto farlo sapere, soprattutto quando si fa prevenzione. 

Ciao 

Inizio della pagina Fine della pagina
primaopoi
Inviato 2008-02-01 17:01 (#108827 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


credo che l'intento dello spot sia quello di far passare il messaggio che bisogna usare il profilattico come prevenzione e malgrado l'ho visto di sfuggita mi e' sembrato che il messaggio sia chiaro ,l'informazione essenziale che deve passare e' quella xche' e' in quel modo che si evita di venire contagiati,poi le informazioni su come si vive con hiv ,delle sue sfaccettature secondo me fanno parte di un discorso a parte ,che tutto sommato e' un discorso differente da cio' che e' prevenzione.
Inizio della pagina Fine della pagina
lillo26
Inviato 2008-02-01 17:04 (#108828 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


arimo io nn voglio dire ne che sia una passeggiata ne che sia una sciocchezza.
trovo che lo spot nn sia preventivo per niente. si sofferma solo a parlare del fatto che sia una malattia terribile.
mi sembra uno spot piu per i s+ a ricvordagli quanto puo' essere terribile la malattia piuttosto che per s-
Inizio della pagina Fine della pagina
lillo26
Inviato 2008-02-01 17:06 (#108829 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


primaopoi il discorso è chiaro per uno che l'hiv lo conosce
se nn si fa a capire alla gente che l'hiv si prende nn solo da determinate categorie lo spot è totalmente INUTILE
Inizio della pagina Fine della pagina
primaopoi
Inviato 2008-02-01 17:10 (#108831 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


ripeto che l'ho visto ma non seguito, ma xche' dice che solo una gategoria deve usare il profilattico?
Inizio della pagina Fine della pagina
lillo26
Inviato 2008-02-01 17:13 (#108833 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


lo spot di per nn parla di una categoria in particolare
è la gente che nn conosce l'hiv che pensa alle categorie e pensa che farlo con la prima che passa nn sia rischioso di conseguenza nn usa il preservativo
se fermi un ragazzino per strada stai sicuro chje il preservativo al massimo lo usa per le gravidanze, ma col fatto della pillola quasi enssuno usa il preservativo
per questo dico che è uno spot secondo me fatto male, perche' dovrebeb essere informativo verso chi hiv nn lo conosce

Inizio della pagina Fine della pagina
il superficiale
Inviato 2008-02-01 17:16 (#108834 - in risposta a #108828)
Soggetto: RE: spot in tv


lillo26 - 2008-02-01 17:04 arimo io nn voglio dire ne che sia una passeggiata ne che sia una sciocchezza. trovo che lo spot nn sia preventivo per niente. si sofferma solo a parlare del fatto che sia una malattia terribile. mi sembra uno spot piu per i s+ a ricvordagli quanto puo' essere terribile la malattia piuttosto che per s-

Lillo, nelle cose uno ci vede quello che ci vuol vedere. A maggior ragione, quando si parla di messaggi. A me di questo spot non me importa né tanto, né poco. Ciao



Composto da il superficiale 2008-02-01 17:17
Inizio della pagina Fine della pagina
primaopoi
Inviato 2008-02-01 17:24 (#108836 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


ma infatti alla fine protestassero i negativi ma che me devo preoccupa' pure x la salute loro
Inizio della pagina Fine della pagina
rit
Inviato 2008-02-01 18:34 (#108842 - in risposta a #108836)
Soggetto: RE: spot in tv


primaopoi - 2008-02-01 17:24

ma infatti alla fine protestassero i negativi ma che me devo preoccupa' pure x la salute loro


Ci son le faccine perciò la interpreto come mezza battuta... ma ALTRO CHE, se ci dobbiamo preoccupare "della salute loro", a parte che non esiste un "noi" e un "loro", ma cosa è, discriminazione al contrario? Noi come s+ non vogliamo esser discriminati e diciamo "i s+" e "i s-" no mi disgusta 'sta cosa...
Io "ieri" ero sieronagativo "come loro". Certo nel mio caso specifico non sarebbe cambiato niente, "se mi fossi informato di +" ma magari non avrei reagito come ho reagito, insomma con i se e i ma si conclude poco o niente.
Tu magari neanche non l'avresti "scampata", perché all'epoca quando lo hai preso tu non c'era l'informazione che c'è adesso...
Però io sono del parere che LA DEVONO PIANTARE con questa storia di "malattia terribile", non perché voglio negare la gravità, voglio dire non è che hiv colpisca l'unghia del mignolo del piede sinistro, colpisce il sistema immunitario e non è guaribile in modo definitivo e per di + è infettiva, di conseguenza di per sè è GRAVE indipendentemente dai "risvolti" di tipo fisico che ha. Ma è grave per i risvolti psicologici a cui noi hiv+ siamo sottoposti, PROPRIO PER COLPA DEI PREGIUDIZI E LE PAURE CHE I MEDIA CONTINUANO A DARCI.
A me non me ne frega un cazzo se la puttana di Ambra Angiolini, che non mi venga a dire che lei ha sempre usato il preservativo poi...mi dice che "ho una malattia terribile" in corpo. Poi, se permetti, nessuno ha il diritto di dire TERRIBILE voglio dire, dire "malattia grave" basta e avanza
"terribile" è un rafforzativo che crea paura e pietismo che non serve a nessuno e che esula dalla realtà dei fatti.
Forse son io maniaco, ma dire GRAVE è già un termine forte. Che poi la parola "grave" in inglese significhi tomba... va be' non c'entra un cazzo
Perché, scherzi a parte, quando uno dice "malattia grave" già parli di situazione difficile, molto difficile da risolvere. Che è quello che è! Ma che non è detto che ti distrugga la vita! Poi parli del terzo mondo ma là muoiono pure di influenza qua lo spot è riferito all'Italia.
Se dici "terribile" invece, parli di situazione che non ha scampo, ma nel senso che ti porta inevitabilmente alla morte, mentre qui, per quanto sia grave, se rispetti determinate condizioni non è pericolosa né per te né per le persone che frequenti sessualmente.
Il che non significa abbassar la guardia, sia chiaro. Ma secondo me uno spot dovrebbe illustrare quello che è stato in passato e quello che è, i media dovrebbero imparare dai propri errori, ma il fatto che li continuino a fare, significa che non gliene frega un cazzo a nessuno
E, credo io, finché non siamo noi sieropositivi a incazzarci e uscire allo scoperto con chi di dovere, poco si riuscirà a fare. Forse adesso noi possiamo imputare le paure e i pregiudizi agli errori mediatici di 20 anni fa
Un domani, fra 5-10 anni, i pregiudizi resisteranno e sarà colpa nostra, di noi sieropositivi di oggi
Inizio della pagina Fine della pagina
primaopoi
Inviato 2008-02-01 19:16 (#108847 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


non sempre ma di aids si muore ancora oggi ,mo tu chiamala con l'aggettivo che piu' ti piace ma l'aids e' cosi',cmq avevi capito bene era una battuta la mia cio' messo 4 faccette pero' battuta che era ,mica so obbligato a pensa se gli altri trombano con o senza profilattico saranno pure caz... loro e responsabilita' loro al giorno di oggi lo sanno pure i gatti che bisogna trombare con il profilattico chi non lo usa non e' xche' non lo sa ma solo xche' preferisce cosi' allora chi e' causa del suo mal pianga se stesso io non gli posso fare niente.
Inizio della pagina Fine della pagina
Vita
Inviato 2008-02-01 19:20 (#108848 - in risposta a #108819)
Soggetto: Re: spot in tv


Extreme Veteran

Messaggi inviati: 488
100100100100252525
Gli spot, lasciano il tempo che trovano.
Se però è uno spot forte, ben venga per prevenire i nuovi giovani o chi non è s+.
Inizio della pagina Fine della pagina
rit
Inviato 2008-02-01 20:14 (#108852 - in risposta a #108819)
Soggetto: Re: spot in tv


stefano però uno spot "forte" non può dire cose incomplete! Non si può dire in questo caso che siano "cose non vere", fin tanto che ci sono sieropositivi che, al contrario mio e di tanti altri, fanno della propria condizione un ostacolo assolutamente insormontabile. Ma neanche si possono permettere di dire che con l'hiv hai finito di vivere (almeno per quel che mi riguarda il messaggio "malattia terribile" è questo)
Loro devono semplicemente invitare le persone a usare le precauzioni per non prendersi le malattie ma nessuno si deve permettere di giudicare quanto grossi possano essere i problemi, specie se la persona che fa lo spot è una strapagata piena delle 3 s (sesso, successo e soldi) che né col terzo mondo né con hiv ha nulla a che fare.
Viva viva viva loveheals.org! Altro che spot italiani! In italia ce la scordiamo un'associazione del genere!
E' QUELLO L'APPROCCIO: ANDARE NELLE SCUOLE
NON CERTO FACENDO GLI SPOT IN TV
Inizio della pagina Fine della pagina
il superficiale
Inviato 2008-02-01 20:52 (#108853 - in risposta a #108848)
Soggetto: Re: spot in tv


Rit: sicuramente in modo inconsapevole, hai scritto uno dei post più luogocomunisti e vittimistici che si sarebbero potuti postare. Luogocomunisti (non c'entra la politica), perché critichi lo spot "istituzionale" per la prevenzione della malattia, come da sempre i sieropositivi ci hanno abituato a fare. Ancora oggi, c'è chi si mette a rivangare quell'immagine con l'alone viola. E basta, per favore, non se ne può davvero più. Non ho mai sentito, in vent'anni, che uno spot, non dico fosse apprezzato, ma accettato, condiviso. No, non va mai bene nulla. Questa volta, piuttosto che niente, si finisce a giocare con le parole. Andrebbe bene se avessero usato il termine "grave", ma "terribile" è inaccettabile, e lo spot è da ributtare completamente. Quando, vocabolario alla mano, vi ho dimostarto come terribile, nelle sue varie sfumature di significato, voglia anche dire: che mette paura, che suscita angoscia e ansia, che crea disagio e dolore. Il termine è, a tutti gli effetti, chiaro e preciso. Il problema non è di chi parla, o di chi scrive, di utilizzare una parola (vogliamo credere che il testo di quello spot sia stato scritto da un imbecille?), il problema è di chi legge o ascolta di carpirne il significato reale. E basta consultare un dizionario on-line, non serve altro. Però, come sempre, dalla politica alle discussioni in rete, dai talk in tv alle chiacchiere da bar, si finisce per accapigliarsi sull'uso di un termine, piegando l'intera discussione a disquisire su un lemma. Quando, spesso, sfuggono i riferimenti che hanno portato lo scrittore  a scegliere proprio quella parola, che si potrebbe capire benissimo se si avesse la voglia di ripercorrere a ritroso la strada che lui ha fatto per dire quel che dice. Detto questo, per quello che riguarda la forma (ma mi sembra che le critiche siano solo formali, no?), mi chiedo perché un sieropositivo debba tanto starsi a lambiccare il cervello sugli spot che il ministero fa in tv per la prevenzione. Non è un difetto di indifferrenza se più di tanto non me ne cale, è che lascio che le istituzioni facciano il loro lavoro, come possono, come sanno, senza stare sempre a fare il criticone. L'ho detto mille volte: la salvezza è una questione individuale, è pretenzioso ed inutile voler salvare l'intera categoria. Io non sono mai stato oggetto di discriminazione, a parte l'ambito lavorativo dove, però, la competizione è fisiologica e spietata sempre. Non ripongo le mie speranze di accetazione in uno spot, investo sulla mia persona e mi faccio stimare per quello che sono. E lascio che lo Stato faccia il suo, confidando che il risultato sia il massimo che in quel momento può raggiungere, e non mi perdo in sterili ed inutili critiche che non valgono più dell'aria fritta.

Un saluto cordiale     

Inizio della pagina Fine della pagina
gogoboy
Inviato 2008-02-02 01:43 (#108874 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


Extreme Veteran

Messaggi inviati: 404
100100100100
Luogo: -
CHE STRONZA!!

Anch'io ho visto lo spot (per fortuna non viene messo troppo spesso in tv) e quoto in pieno il pensiero di "Rit".

Come si permettono di fare questa cattiva informazione e di smerdarci!

In primo luogo avere l'hiv non è più una cosa terribile come poteva esserlo 12 anni fa e poi, dovevano parlare di malattie sessualmente trasmissibili in generale (ce ne sono quante ne vuoi).

Per l'ennesima volta, queste carogne, ci hanno etichettato.
Inizio della pagina Fine della pagina
Makia
Inviato 2008-02-02 01:47 (#108875 - in risposta a #108819)
Soggetto: Re: spot in tv



Veteran

Messaggi inviati: 169
1002525
concordo ankio kn rit k solo una questione di pubblicità..kme lapo k ha messo all'asta jeans e maglia ...è solo pura pubblicità
Inizio della pagina Fine della pagina
gogoboy
Inviato 2008-02-02 02:03 (#108876 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


Extreme Veteran

Messaggi inviati: 404
100100100100
Luogo: -
ci sono cose ben più terribili dell'odierna infezione da hiv e lo dimostrano le statistiche sulle morti tra la popolazione adulta dai 20 ai 60 anni:

- cancri a non finire;
- overdosi oppure gente col cervello spappolato dalle droghe;
- le stragi del sabato sera;
- il bollettino quotidiano delle morti sul posto di lavoro;
- i danni del fumo di sigaretta;
- i danni dell'alcool.

Ecco, le morti per Aids, in Italia, stanno ad un posto ben inferiore e riguardano per lo più gente che non si è mai fatta un test dell'hiv nella propria vita.

Voglio vedere, invece, quando manderanno finalmente in onda uno spot contro l'omofobia che sta crescendo in maniera preuccupante con conseguenze molto deleterie. Su quello fanno finta di niente, anzi, non censurano mai le scene in tv dove viene lesa la dignità dei gay, lesbiche e company, alimentando così l'intolleranza. Quella non è una cosa "terribile"...

Inizio della pagina Fine della pagina
il superficiale
Inviato 2008-02-02 06:17 (#108883 - in risposta a #108876)
Soggetto: RE: spot in tv


Siete alla paranoia. E' pericoloso. Lo spot dice tutto ciò che va fatto sapere: che va usato il condom, che bisogna rispettare la propria vita e quella degli altri, che ci sono tante malattie sessualmente trasmissibili. E dà un numero verde per avere maggiori informazioni. E voi create tutta questa polemica per il termine "terribile", usato dopo 5 secondi, che passerà nell'indifferenza generale del fruitore medio, mentre solo la vostra paranoia lo carica di questo alto valore spregiativo? (gogo parla, addirittura, dell'intenzione di smerdare i sieropositivi!). Avanti così, piangetevi addosso, e denunciate tutti i complotti e le strumentalizzazioni di cui siete povere vittime! 

A me, tutte queste patetiche geremiadi (gli spot che danneggiano i sieropositivi, le case farmaceutiche che non fanno il vaccino perché guadagnano coi farmaci, la beneficenza fatta per farsi pubblicità hanno stufato!  

Triplo :/ :/ :/  



Composto da il superficiale 2008-02-02 06:23
Inizio della pagina Fine della pagina
Leon
Inviato 2008-02-02 07:32 (#108885 - in risposta a #108883)
Soggetto: RE: spot in tv



Ma sì, "superficiale", hai STRAragione, come ha ragionissima lo spot che definisce "terribile" l'infezione da HIV!

Solo i sieropositivi negazionisti (non intendo il vecchio negazionismo di Duesberg, ma quello relativamente nuovo della HAART) possono dire il contrario, per ignoranza o per difesa.

Di più: come avevo già scritto ben prima che questo spot uscisse, credo sia IMPORTANTISSIMO far capire ai negativi (intortati dalle balle del Corriere Salute piuttosto che del TG4 o merde analoghe) che l'infezione da HIV è appunto una malattia TERRIBILE. Altrimenti, perché sacrificarsi tanto per proteggersene?

Composto da Leon 2008-02-02 07:43
Inizio della pagina Fine della pagina
barikenamwebya
Inviato 2008-02-02 09:06 (#108886 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv



Expert

Messaggi inviati: 1265
10001001002525
Sostenere che questa è una malattia "terribile" ci porta indietro vent'anni. Se penso alla gente che si batte per fare uscire allo scoperto noi sieropositivi, questa pubblicità costituisce un notevole danno.
Quando si vuole trasmettere un messaggio bisogna essere, sì, efficaci, ma dimostrare anche di conoscere l’argomento.
Io non sento di avere addosso una malattia terribile, se fossi africano ed in Africa forse si, ma il messaggio era italiano e per italiani.
No, sono convinto che sentire la parola "terribile" in questa occasione produce molta confusione nella mente di chi non sa ed è portato quindi a ritenerti spacciato, senza alcuna possibilità di salvezza. Vai poi a spiegare che la maggioranza dei sieropositivi si trova a confrontarsi per tantissimi anni solo con una serie di pillole da prendere tutti i giorni (ovviamente non sto dicendo che non è niente di grave).
Va bene essere diretti con un messaggio forte (mi piace anche ricordare il divieto imposto alle foto di incidenti stradali perchè ritenute violente (shock..anti), e tutti noi sappiamo quanto è importante arrestare la strage sulle strade), ma in questo caso chi ha progettato il messaggio si è curato solo di essere il più efficace possibile senza sapere quanto è stato inopportuno nell’uso di quel termine ...soprattutto nel rispetto di chi questa malattia se la porta addosso.

ps) super l'aggiornamento dei lemmi è un processo molto lento, anche per il De mauro ...ed io, ora come ora, non definirei "terribile" la mia malattia.
Ma è solo il mio pensiero.


Composto da barikenamwebya 2008-02-02 09:38
Inizio della pagina Fine della pagina
Leon
Inviato 2008-02-02 09:37 (#108887 - in risposta a #108886)
Soggetto: RE: spot in tv



barikenamwebya - 2008-02-02 09:06

Sostenere che questa è una malattia "terribile" ci porta indietro vent'anni.

Nossignore: ci porta AVANTI di una dozzina, e sarebbe anche ora che almeno i sieropositivi se ne rendessero conto!

Se penso alla gente che si batte per fare uscire allo scoperto noi sieropositivi, questa pubblicità costituisce un notevole danno.

Sono due discorsi che non c'entrano niente uno con l'altro.

sono convinto che sentire la parola "terribile" in questa occasione produce molta confusione nella mente di chi non sa ed è portato quindi a ritenerti spacciato

Nessunissima confusione: come ripeto, basta con le balle da Corriere Salute, TG4 o merde analoghe!
Se non sei informato sulla "nuova" infezione da HIV (intendo quella post-HAART), evita di fare la stessa disinformazione dei media che ho citato sopra.

mi piace anche ricordare il divieto imposto alle foto di incidenti stradali perchè ritenute schioccanti, e tutti noi sappiamo quanto è importante arrestare la strage sulle strade

Un paragone del cazzo, se permetti.

io, ora come ora, non definirei "terribile" la mia malattia.

Vedi sopra.

Ma è solo il mio pensiero.

...Sbagliato.

Inizio della pagina Fine della pagina
il superficiale
Inviato 2008-02-02 09:39 (#108888 - in risposta a #108886)
Soggetto: RE: spot in tv


Barone: il discorso, a mio modo di sentire, è che ci si sofferma a guardare il proverbiale dito, anzichè la luna che questo indica. Lo spot invita a usare il preservativo (ed è la prima volta che il messaggio è esplicito), mette in guardia anche dalle altre malattie trasmissibili, nobilita il tutto con un discorso etico (rispetto della Vita, di sé stessi e degli altri) e fornisce un numero di telefono di servizio ove trovare ulteriori informazioni. Questo nei tempi di uno spot: 35 secondi. Come pensare che si sia tornati indietro di vent'anni? Solo perché ci si sofferma sull'uso del termine terribile? Ma su, nel discorso complessivo non è nulla più che un dettaglio, che non verrà notato da nessuno, tranne dai soliti sieropositivi che vorranno far cagnara e criticare, come sempre, la prevenzione del ministero. Quando il dito indica la luna, non fissatevi a guardare il dito!

Ciao, baro, e felice di rileggerti  



Composto da il superficiale 2008-02-02 09:41
Inizio della pagina Fine della pagina
barikenamwebya
Inviato 2008-02-02 10:15 (#108891 - in risposta a #108887)
Soggetto: RE: spot in tv



Expert

Messaggi inviati: 1265
10001001002525
Leon - 2008-02-02 09:37


Leon - 2008-02-02 09:37

Non è che mi piace granché questo modo di dialogare, ma, per una volta, mi adeguo:

Nossignore: ci porta AVANTI di una dozzina, e sarebbe anche ora che almeno i sieropositivi se ne rendessero conto!

---Avanti in che senso? Non capisco!

Se penso alla gente che si batte per fare uscire allo scoperto noi sieropositivi, questa pubblicità costituisce un notevole danno.
Sono due discorsi che non c'entrano niente uno con l'altro.

---Ti spiego: la definizione terribile produce un senso di "malattia senza scampo". Inevitabilmente chi ti sta accanto ti vede come un morto che cammina, e noi sappiamo che non è così.
Chi si batte per la visibilità cerca di dire anche che noi vivremo a lungo (o almeno mi auguro), che non siamo prossimi a morire ed, anche, che da noi non bisogna temere molto.
Che non siamo degli appestati ( a cui il termine malattia terribile è abbinabile; sai molta gente fa presto ad associare la "terribilità" al contagio ) e che se anche ci porgono la mano non restano infetti.

sono convinto che sentire la parola "terribile" in questa occasione produce molta confusione nella mente di chi non sa ed è portato quindi a ritenerti spacciato

Nessunissima confusione: come ripeto, basta con le balle da Corriere Salute, TG4 o merde analoghe!
Se non sei informato sulla "nuova" infezione da HIV (intendo quella post-HAART), evita di fare la stessa disinformazione dei media che ho citato sopra.

---Quindi mi stai dicendo che la malattia è tornata ad essere terribile. Ma il mio riferimento, probabilmente, era la vecchia infezione. Quella che noi abbiamo (quindi, una terribile, la nuova ..una meno, la vecchia)

mi piace anche ricordare il divieto imposto alle foto di incidenti stradali perchè ritenute shokkanti, e tutti noi sappiamo quanto è importante arrestare la strage sulle strade


Un paragone del cazzo, se permetti.

----beh, fino ad un certo punto del cazzo. Se per non turbare la sensibilità di chi vedeva quelle foto hanno pensato di toglierle di mezzo, mi chiedo quale sensibilità è stata riservata, per i motivi sopra esposti, a chi questa malattia se la porta dietro?


Ma è solo il mio pensiero.

...Sbagliato.

---Non tutti i pensieri sono giusti, il mio ha solo la pretesa ...... di essere un pensiero.

---un saluto!























Composto da barikenamwebya 2008-02-02 10:23
Inizio della pagina Fine della pagina
Leon
Inviato 2008-02-02 10:44 (#108895 - in risposta a #108891)
Soggetto: RE: spot in tv



barikenamwebya - 2008-02-02 10:15

Non è che mi piace granché questo modo di dialogare, ma, per una volta, mi adeguo

Troppo buono!

da noi non bisogna temere molto

Unica cosa giusta che hai scritto.

Quindi mi stai dicendo che la malattia è tornata ad essere terribile.

Sì, anche se in forme e in tempi diversi.

Ma il mio riferimento, probabilmente, era la vecchia infezione.

Aggiornati, come ripeto (e, con questo, rispondo anche alla tua domanda "Avanti in che senso?")!

mi chiedo quale sensibilità è stata riservata, per i motivi sopra esposti, a chi questa malattia se la porta dietro

Non si scappa: o fai delle campagne a tutela dei negativi (e inevitabilmente spaventi i positivi), oppure rincuori i positivi e lasci che i negativi pensino, sbagliando di grosso, che l'infezione da HIV sia ormai una cosa da poco.

Composto da Leon 2008-02-02 10:46
Inizio della pagina Fine della pagina
il superficiale
Inviato 2008-02-02 11:33 (#108896 - in risposta a #108895)
Soggetto: RE: spot in tv


Barone, gogo, rit e company: questa affermazione di leon "Non si scappa: o fai delle campagne a tutela dei negativi (e inevitabilmente spaventi i positivi), oppure rincuori i positivi e lasci che i negativi pensino, sbagliando di grosso, che l'infezione da HIV sia ormai una cosa da poco" può considerarsi definitiva e in grado di dirimere una volta per tutte la questione.

Sono vent'anni che ho a che fare con l'aids e, sempre, ma dico sempre, in occasione di una campagna pubblicitaria rivolta alla prevenzione, ho visto i sieropositivi inalberarsi sentendosi offesi. Purtroppo, la botte piena e la moglie ubriaca non si possono avere. Provate a mettervi nei panni di chi ha ideato quella campagna e vedete se riuscite a fare di meglio, senza cadere nel ridicolo dei giochi di parole, in cui "grave" è accettabile e "terribile" è un'ignominia. Questa campagna ha come target chi sieropositivo non è ancora. Tuttalpiù, per accontentare gli scontenti, si potrebbero chiedere alcuni spot "riparativi" in cui, blablabla, si dice che il positivo non è pericoloso nelle normali attività quotidiane, non va discriminato, non va temuto ecc. (cose già fatte e già viste, suppongo per le proteste delle associazioni). Vogliamo cominciare a diventare grandi? 



Composto da il superficiale 2008-02-02 11:38
Inizio della pagina Fine della pagina
lillo26
Inviato 2008-02-02 12:03 (#108898 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


lasciamo stare la parola "terribile" che come scritto all'inzio è un termine che nn piace a me....
io dico che questa è un pubblicita' rivolta ai s- giusto??? Un s- da questa pubblicita' nn "impara" nulla!!
Alla gente devi far capire che nn esistono categorie a rischio, ma che tutti sono a rischio.
Dire semplicemente usa il condom nn serve per il semplice motivo che i 3/4 della gente per nn dire di piu pensa che il condom va usato SOLO ED ESCLUSIVAMENTE con determinate persone che fanno parte di determinate categorie
Qui siamo tra gente che l'argomento lo conosce ma la fuori nn è cosi!
Per fare un esempio, l'altro giorno ho chiesto ad una mia amica se usa il condom quando va col un ragazzo (che ha la buona abitudine di cambiarne una a settima) e lei mi ha risposto: lui mica va puttane! nn ha nulla!
il fatto che le persone che pensano cosi sono la str grande maggioranza e nn un caso isolato.
Per me uno spot fatto bene deve dichiarare che il preservativo va usato sempre e cmq e nn solo quando si va con travoni o zoccole.questo è un'informazione gia' piu completa.
dire solo usa il preservativo per me nn lo è!
questo contesto allo spot
la parola terribile (ma anche grave nn mi sarebbe piaciuta) nn mi piace per il semplice fatto che secondo me chi in materia è ignorante tendera' a dicriminare il s+, perche' lo vedra' tipo lebbroso
Inizio della pagina Fine della pagina
marcolino00
Inviato 2008-02-02 13:55 (#108904 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


Regular

Messaggi inviati: 50
2525
Ha ragione il superficiale, che evidentemente tanto superficiale non è. Non è possibile dire: attenti all'hiv, anche se ormai è un virus gestibile e non porta più a morte. La gente se ne fotterebbe altamente. Pericoloso però è anche dire che si tratta di una malattia "terribile" in quanto non fa altro che aumentare lo stigma nei confronti dei s+.
Inizio della pagina Fine della pagina
barikenamwebya
Inviato 2008-02-02 14:46 (#108906 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv



Expert

Messaggi inviati: 1265
10001001002525
Se “terribile” è parte integrante del concetto di malattia, allora mi sta bene.....e, quindi, non fumate perchè potreste prendere delle terribili malattie.....non respirate aria impura perchè potreste prendere delle malattie terribili...non mangiate innaturale perchè potreste prendere malattie terribili .....non fate l’amore senza preservativo perchè potreste prendere delle malattie terribili....
In questo caso “terribile” ci sta sempre e tutto.
Ma se “terribile” lo usi solo e soprattutto in occasione dell’hiv, resto perplesso e, da siero+ , non approvo.
Certo, però, che se terrorizzare valesse qualcosa potrei anche immolarmi, passarci sopra, in nome della salvezza altrui; ma io non ritengo questa forma violenta (il terrorizzare) possa produrre effetti, e come per il fumo e la gente che continua a fumare, non si arriva a nulla di buono.
Secondo me, ci vuole una campagna mirata, soprattutto, a far conoscere il problema, per uscire dall’ignoranza, e che, quindi, faccia salve le ragioni nostre e dei siero-
E’ solo così che la gente potrà capire e potrà difendersi.
No, io credo solo nella pubblicità intelligente, nuova ed originale, dove non necessariamente per convincerti devo impaurirti con parole....... “terribili”.

barike
Inizio della pagina Fine della pagina
soter
Inviato 2008-02-02 15:06 (#108910 - in risposta a #108819)
Soggetto: Re: spot in tv



Elite Veteran

Messaggi inviati: 1136
100010025
una cosa è certa ce lo ricorda...menomale che vedo poca tv... ma in quel poco lo becco sempre! non è piacevole affatto.
Inizio della pagina Fine della pagina
gogoboy
Inviato 2008-02-02 20:05 (#108932 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


Extreme Veteran

Messaggi inviati: 404
100100100100
Luogo: -
E' logico che poi nella sezione "trasmissione hiv" arriva gente che chiede quanto gli resterà da vivere qualora diventassero sieropositivi!

Visto che è una malattia "terribile" mettiamo un po' di soldini da parte per comprarci la cassa da morto (anche il prezzo delle bare, ormai, sarà arrivato alle stelle...)!
Inizio della pagina Fine della pagina
il superficiale
Inviato 2008-02-02 20:48 (#108935 - in risposta a #108932)
Soggetto: RE: spot in tv


Gogo, alla cassa non ho ancora pensato, ma il posto al cimitero già lo possiedo. Per qualche motivo, tutti dobbiamo morire. Tornando all'argomento del topic questa è una fotografia verosimile di quello che pensano gli studenti italiani sull'aids. Adesso dimmi cosa si dovrebbe fare!

  
Inizio della pagina Fine della pagina
gogoboy
Inviato 2008-02-03 00:35 (#108942 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


Extreme Veteran

Messaggi inviati: 404
100100100100
Luogo: -
cosa bisognerebbe fare? Sicuramente non uno spot del genere che lascia comunque tanti dubbi sull'infezione.
Sarebbe meglio fare più campagna di prevenzione nelle scuole, anche se dubito che già non la si faccia.
Infatti tutti gli adolescenti che ho conosciuto sanno benissimo come si trasmette l'hiv e sono loro in prima persona a chiedere di usare il preservativo.
E' uno spot inutile e deleterio!
Inizio della pagina Fine della pagina
Leon
Inviato 2008-02-03 02:25 (#108946 - in risposta a #108935)
Soggetto: RE: spot in tv



il superficiale - 2008-02-02 20:48

Adesso dimmi cosa si dovrebbe fare!

Io dico mettersi le mani nei capelli. Ho indovinato?

Inizio della pagina Fine della pagina
il superficiale
Inviato 2008-02-03 05:18 (#108948 - in risposta a #108942)
Soggetto: RE: spot in tv


gogoboy - 2008-02-03 00:35  Sarebbe meglio fare più campagna di prevenzione nelle scuole, anche se dubito che già non la si faccia. Infatti tutti gli adolescenti che ho conosciuto sanno benissimo come si trasmette l'hiv e sono loro in prima persona a chiedere di usare il preservativo. E' uno spot inutile e deleterio!

Ben vengano le campagne nelle scuole, ma non dimentichiamoci di chi ha superato, magari abbondantemente, l'età per fare lo studente! I nuovi contagi, statistiche alla mano, rivelano che i soggetti più a rischio sono i quarantenni. E non mancano gli anziani, che magari si contagiano in qualche puttan tour esotico. Lo spot in tv è uno strumento per far prevenzione che raggiunge tutta la popolazione, perché un apparecchio televisivo è presente in tutte le famiglie. Giusto e bello pensare ai ragazzi, ma a chi ha superato i 25-30 chi ci pensa?

 

Inizio della pagina Fine della pagina
mapiu
Inviato 2008-02-03 07:32 (#108949 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


0
Qui il video . Sì. Lo trovo terribile. Lo trovo disinformativo. Lo trovo banale nella scelta delle immagini.

E quoto Superficiale e Leon. Contraddizione?
No....semplicemente lo trovo poco incisivo. E credo anche che la frase di Leon abbia sciolto il nodo con un colpo di spada.
E' una malattia terribile....
per i sieropiù e per i sieromeno .....
Non soffermiamoci a guardare il dito ...
non mettiamoci bende...
Con l'HIV si può vivere e convivere, si può condurre una vita normale.........ma ciò nulla toglie al disagio che l'HIV crea. Ho detto DISAGIO. Ed è un disagio subdolo e sottile. E non parlo qui degli effetti collaterali delle terapie.....

Grazie superficiale e grazie leon .
mapiu

http://www.ministerosalute.it/servizio/galleria.jsp?lang=italiano&i...
Inizio della pagina Fine della pagina
barikenamwebya
Inviato 2008-02-03 12:31 (#108953 - in risposta a #108949)
Soggetto: RE: spot in tv



Expert

Messaggi inviati: 1265
10001001002525
mapiu - 2008-02-03 07:32

Qui il video . Sì. Lo trovo terribile. Lo trovo disinformativo. Lo trovo banale nella scelta delle immagini.

E quoto Superficiale e Leon. Contraddizione?
No....semplicemente lo trovo poco incisivo. E credo anche che la frase di Leon abbia sciolto il nodo con un colpo di spada.
E' una malattia terribile....
per i sieropiù e per i sieromeno .....
Non soffermiamoci a guardare il dito ...
non mettiamoci bende...
Con l'HIV si può vivere e convivere, si può condurre una vita normale.........ma ciò nulla toglie al disagio che l'HIV crea. Ho detto DISAGIO. Ed è un disagio subdolo e sottile. E non parlo qui degli effetti collaterali delle terapie.....

Grazie superficiale e grazie leon .
mapiu


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se ho capito bene, tu trovi lo spot poco incisivo. In pratica, sostieni che oltre al "terribile" avrebbero dovuto aggiungere dell'altro, similare. E' questo che vuoi dire?
Poi, ti soffermi a dire che con l'hiv si può vivere e convivere e si può condurre una vita normale...Ed allora come fai a farci stare il "terribile"?
Fra l'altro parli di disagio. Ma come fai a conciliare una malattia che causa disagio con una malattia terribile?
Mi piacerebbe comprendere meglio la tua posizione, grazie.
barike

Composto da barikenamwebya 2008-02-03 12:39
Inizio della pagina Fine della pagina
marcolino00
Inviato 2008-02-03 12:39 (#108954 - in risposta a #108953)
Soggetto: RE: spot in tv


Regular

Messaggi inviati: 50
2525
Il problema è in realtà molto semplice. Vogliamo dire la verità, ovvero che per fortuna oggi l'hiv è un virus gestibile e che, a differenza di quanto avveniva all'epoca degli aloni viola, non uccide praticamente più? (con tutti gli annessi e connessi e terapie del caso ovviamente). Allora il messaggio che passerebbe sarebbe blando e in molti farebbero un ragionamento del tipo: «ma si, chi se ne frega, al massimo se me lo prendo poi mi curo....non siamo mica più negli anni '80, non si muore mica più per questo virus...». Se invece vogliamo fare passare il messaggio di usare SEMPRE E COMUNQUE il preservativo e di non scambiarsi ad esempio le siringhe in caso di tossicodipendenza allora bisogna per forza dare messaggi forti, precisi, del tipo, «malattia terribile». Tertium, dicevano i latini, non datur. E' ovvio che messaggi netti, duri e tesi a spaventare per favorire la prevenzione, danneggiano i s+ perchè insinuano nella mente della gente l'idea che i s+ siano degli zombi ambulanti, destinati a morire di li a poco, da tenere bene alla larga per paura di essere in qualche modo contagiati. potremmo chiamarlo, il prezzo della prevenzione.
Inizio della pagina Fine della pagina
barikenamwebya
Inviato 2008-02-03 13:11 (#108957 - in risposta a #108954)
Soggetto: RE: spot in tv



Expert

Messaggi inviati: 1265
10001001002525
marcolino00 - 2008-02-03 12:39

Il problema è in realtà molto semplice. Vogliamo dire la verità, ovvero che per fortuna oggi l'hiv è un virus gestibile e che, a differenza di quanto avveniva all'epoca degli aloni viola, non uccide praticamente più? (con tutti gli annessi e connessi e terapie del caso ovviamente). Allora il messaggio che passerebbe sarebbe blando e in molti farebbero un ragionamento del tipo: «ma si, chi se ne frega, al massimo se me lo prendo poi mi curo....non siamo mica più negli anni '80, non si muore mica più per questo virus...». Se invece vogliamo fare passare il messaggio di usare SEMPRE E COMUNQUE il preservativo e di non scambiarsi ad esempio le siringhe in caso di tossicodipendenza allora bisogna per forza dare messaggi forti, precisi, del tipo, «malattia terribile». Tertium, dicevano i latini, non datur. E' ovvio che messaggi netti, duri e tesi a spaventare per favorire la prevenzione, danneggiano i s+ perchè insinuano nella mente della gente l'idea che i s+ siano degli zombi ambulanti, destinati a morire di li a poco, da tenere bene alla larga per paura di essere in qualche modo contagiati. potremmo chiamarlo, il prezzo della prevenzione.


Hai centrato la questione, perfettamente.
Ma se per produrre un effetto forte bisogna definire con un termine che non rispecchia la realtà, non capisco perchè non si fa prima e meglio a raccontare cosa succede, se ti infetti.
Poi ognuno giudica se i pro (godersi una scopata libera senza preservativo) sono maggiori dei contro (doversi assoggettare ad una cura permanente, con probabili effetti collaterali)
Perchè nessun rispetto viene usato per i siero+; non è forse un peggiore danno provocare l'isolamento di persone che avrebbero lo stesso diritto di vivere?
O è meglio continuare a nascondersi sempre, perchè qualcuno, ingiustamente, va a dire in giro che "siamo degli zombi.....da tenere bene alla larga: la traduzione che tu hai fatto del “terribile”"?
Perchè il prezzo della prevenzione dobbiamo pagarlo noi?
Io ritorno a dire che se si facesse della vera informazione, sarebbe un bene per tutti, positivi e negativi, e non ci sarebbe bisogno di trattare la gente da "bue", con l’inganno.
barike

Inizio della pagina Fine della pagina
primaopoi
Inviato 2008-02-03 14:32 (#108958 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


scusate ma mica tutti vivono hiv con pochi problemi, c'e' anche chi sta male xche' ci sono anche persone che si ritrovano in aids conclamato con diverse infezioni o patologie terribili ,oppure avere hiv nel mio caso significa avere piu' possibilita' di trovarsi in cirrosi avanzata o con un'epatocacinoma con probabilita'notevolmente maggiori di una persona hcv ma non sieropositivo e lo stesso buon risultato della terapia e' influenzato notevolmente dall'hiv .sia chiaro questo non significa che rinuncio a lottare e che mi piango addosso senza reagire,ma xchi' non ha problemi salutari e' facile dire che hiv non e' terribile terribile lo diventa x esempio quando anche l'ultima terapia efficace non fa piu' effetto x colpa delle resistenze non facciamo come gli struzzi che mettono la testa sotta la sabbia ,,abbiamo il coraggio di dire anche le cose terribili dell'hiv ,poi se x questo le persone mi vedono come un morto che cammina ,sti cazziii.
Inizio della pagina Fine della pagina
tatitatimilano
Inviato 2008-02-03 21:02 (#108977 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


terminologia a parte forse terrorizzare un pò la gente male non fa,la sana diffidenza a volte fa la differenza,se mio padre fosse stato diffidente e terrorizzato forse non avrebbe fatto largo uso di siringhe altrui per drogarsi o magari in molti avrebbero preteso precauzioni,devono dire terribile perchè per il loro disinteresse di hiv per anni non si è più parlato,si son tolti i distributori di preservati nei motel perchè se no era induzione alla prostituzione si è fatta tanta morale e non si è data un educazione alle persone che ne avevano bisogno.
mio padre aveva l'hiv e si per l'amor di dio si vive e si conduce una vita normale ma mi diceva sempre "meglio esser senza almeno non devi allarmarti se ti tagli o tuo figlio sta mettendo i denti e ti morsica le mani",parliamoci chiaro quando sei sano sei responsabile di te stesso quando hai l'hiv sei responsabile di te ma anche di tutti quelli che hai attorno
Inizio della pagina Fine della pagina
DAGO
Inviato 2008-02-04 02:11 (#108992 - in risposta a #108819)
Soggetto: Re: spot in tv



Elite Veteran

Messaggi inviati: 798
500100100252525

Se dice terribile o non terribile poco cambia per me dice cose un po scontate e soprattutto relativamente obsolete, servirebbe un po d'informazione oggettiva, statistiche, dati sui test, centri di informazione, gratuitità dei test, anonimato del test, dati sulla ricerca, prospettive di cura, centri di aiuto, mi dite a che cosa serve dire che l'hiv è terribile e se si usa il preservativo siamo salvi? ma vi sembra serio? Saranno buone intenzioni, non mi nascondo che non è argomento facile, ma proprio non ci siamo.
Inizio della pagina Fine della pagina
bastandarepiùpiano
Inviato 2008-02-04 08:07 (#108993 - in risposta a #108819)
Soggetto: Re: spot in tv


Expert

Messaggi inviati: 2063
20002525
Luogo: Matteopoli
concordo, ma intanto si parla già di preservativo, invece del solito mazzo di margherite.. ed è un passo avanti seppur osteggiato dalla chiesa

magari un giorno si potrà arrivare a poterlo anche fare vedere..

forse il messaggio di prevenzione più efficace è stato nella pornografia dove appunto si vede sempre il preservativo in evidenza..nei film safe sex

invece di Ambra potevano mettere Rocco Siffredi..

Matteo
Inizio della pagina Fine della pagina
lillo26
Inviato 2008-02-04 09:13 (#108994 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


...usa il preservativo!!!
ok....ma si prende anche facendo pompini!!! li il preservativo lo si usa?
usa il preservativo...ma se la lecco a una il preservativo nn lo uso!!!
Inizio della pagina Fine della pagina
rit
Inviato 2008-02-04 10:37 (#108997 - in risposta a #108819)
Soggetto: Re: spot in tv


Si, e lo si prende pure se sei malata/o di anoressia e bulimia e ti si rompe il preservativo e non fai la profilassi perché hai paura che mamma venga a saperlo...
non è una favola è un caso reale questo.
lo si prende anche se fai un incidente in macchina e quello nella macchina dall'altra parte è sieropositivo ovviamente non te lo dice sanguinate entrambi abbondantemente...
Insomma
si potrebbe riassumere con:
If I can get AIDS, then anyone can.
ovvero, letteralmente: "se io posso prender l'aids, qualsiasi persona può"
traduzione libera, "se io ho preso l'aids, allora può capitare a tutti"
Altro che Ambra Angiolini cazzo...
http://www.loveheals.org
Mancano persone come questa, qui in Italia:
http://en.wikipedia.org/wiki/Alison_Gertz
Ragazza normalissima, di buona famiglia, eterosessuale...ha contratto l'infezione al suo PRIMO rapporto sessuale nel 1982 a 16 anni, e a 26 ci ha lasciati, le è stato diagnosticato 3 anni prima e lei giustamente accusa il sistema(medici e simili) perché con "la scusa" che era una ragazza etero e di buona famiglia, la questione aids non è mai stata presa in considerazione fin che non è stato troppo tardi. Che poi, anche là, all'epoca si poteva far veramente poco, mica c'erano ancora i farmaci! Ma in ogni caso credo ci fossero state le sperimentazioni ed essendo una famiglia di industriali pieni di soldi magari avrebbero... insomma boh, fatto sta che Ali è morta quando ancora io non ero hiv+, e io sono stato per ben UNDICI ANNI, dal 1996 a dicembre 2007, a cercarla in ogni dove sul web!
Comunque:
lillo, rispondendo alla tua questione di usare il profilattico, è vero che non lo si usa nei rapporti orali, maschili e femminili. Però "usa il profilattico" è un'esortazione secondo me generica che vale per tutto. Magari dovrebbero aggiungere, per ogni contatto con gli organi sessuali bisogna usare il profilattico, ma anche lì si andrebbe in confusione perché come contatto uno può anche intendere il lavoro manuale o digitale (masturbazione maschile o femminile) il che farebbe andare davvero in confusione.
Gli spot sull'aids secondo me non dovrebbero essere né più né meno di quelli sugli incidenti stradali, però, non basandosi sulla paura, ma sulla necessità di fare il possibile per prevenire. Anzi, + che sull'aids, che NON è l'unica malattia possibile, dovrebbero fare uno spot sulle malattie trasmissibili sessualmente! Per me fare uno spot "sull'aids" con l'intento di far usare il preservativo, è davvero vergognosamente fuorviante perché si fa capire che l'aids sia l'unica malattia che esiste. Quando, per quanto grave possa essere, NON è l'unica che può aver effetti gravi. Uno spot generico che dica "l'uso del preservativo nei rapporti sessuali di ogni tipo è fondamentale per evitare malattie che se non curate possono portare alla sterilità in alcuni casi, o anche alla morte", non sarebbe affatto sbagliato.
Qui non dici che di aids si muore né che non si muore. Si dà un'informazione generica ma esatta: le malattie veneree esistono e vanno prevenute e curate.
Inizio della pagina Fine della pagina
gogoboy
Inviato 2008-02-04 23:01 (#109047 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


Extreme Veteran

Messaggi inviati: 404
100100100100
Luogo: -
Ma è davvero così terribile essere sieropositivi? Allora non ci resterà molto tempo da vivere, non abbiamo più nessun futuro, nessuna speranza .... meglio divertirsi il più possibile ora, ragazzi!!!
Inizio della pagina Fine della pagina
primaopoi
Inviato 2008-02-04 23:28 (#109052 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


aveva ragione il superficiale ognuno percepisce quello che vuole percepire
Inizio della pagina Fine della pagina
gogoboy
Inviato 2008-02-04 23:43 (#109053 - in risposta a #108819)
Soggetto: RE: spot in tv


Extreme Veteran

Messaggi inviati: 404
100100100100
Luogo: -
infatti, lo spot non serve a un emerito cazzo! ^_^
Inizio della pagina Fine della pagina
artemisia
Inviato 2008-02-05 18:24 (#109105 - in risposta a #108819)
Soggetto: Re: spot in tv


http://it.youtube.com/watch?v=rM11tg-EMuM
Inizio della pagina Fine della pagina
Vita
Inviato 2008-02-05 21:39 (#109148 - in risposta a #108819)
Soggetto: Re: spot in tv


Extreme Veteran

Messaggi inviati: 488
100100100100252525
Spot del Ministero della Salute sull'uso del preservativo.
Azz. questo me lo ha aperto....
Ma è quello dei due ragazzi.....
Bellina lei....
Inizio della pagina Fine della pagina